Il paese di Suni (NU - Sardegna)

Suni, il cui nome deriva dall'antico termine As¨ni (ossia custode di cavalli ed asini) Ŕ un centro di circa 1.200 abitanti. Geograficamente localizzato nella Planargia, si affaccia sulla valle di Mod˛lo ossia la valle del vino "Malvasia" (e difatti  il comune di Suni ha aderito all'organizzazione "La Strada del vino Malvasia di Bosa", promossa dalla ComunitÓ Montana Marghine-Planargia). Grazie al clima particolarmente mite di cui gode, si trova infatti a soli 6 Km dal mare, fu popolato sin dalla preistoria. All'interno del suo territorio, non a caso si trovano diverse aree archeologiche tra cui possiamo ricordare quelle che comprendono le domus de janas di Chirisconis (che sorgono lungo la S.S. 292), il Nuraghe Nuraddeo e il Nuraghe Seneghe (loc. Noeddas nella vallata di Modolo) facilmente visitabili anche grazie ad apposite cooperative che si occupano della loro gestione. Tornando, invece, a tempi relativamente pi¨ recenti, di particolare interesse Ŕ  la Casa Museo "Tiu Virgilio",  situata nel cuore del paese  e al cui interno Ŕ stato allestito un museo dedicato alla "tecnologia contadina". Il territorio di Suni offre anche la possibilitÓ di affascinanti escursioni naturalistiche. In primavera e nei primi mesi dell'estate Ŕ possibile visitare lo stagno "stagionale" di "Pischina 'e Paule", che si forma grazie alle piogge primaverili. Inoltre, sono stati organizzati anche alcuni percorsi naturalistici, che, in taluni casi, consentono di arrivare fino ai luoghi di nidificazione del grifone. Si ricardano soprattutto gli itinerari noti come Sentiero del Cielo, Sentiero del Fiume e Sentiero del Bosco ( maggiori informazioni si possono ottenere dalla TACS snc). Infine, occorre ricordare il ricco calendario di delle manifestazioni religiose e folcloristiche sunesi. Ad agosto si festeggia la patrona Santa Maria ad Nives. I festeggiamenti cominciano il 28 luglio con la novena e si concludono il 5 agosto con gruppi folcloristici e musicali e manifestazioni di piazza. A maggio invece si festeggia San Pancrazio con la caratteristica corsa di cavalli durante la quale i cavalieri esibiscono le proprie doti acrobatiche. L'ultima domenica di giugno. ancora,  si celebra San Narciso. In questa occasione il comitato organizzatore offre a tutti i partecipanti un tradizionale pasto a base di bollito di pecora (la c.d. "pecora in cappotta") e buon vino locale. A settembre infine si svolgono i festeggiamenti in onore dei S.S. Cosma e Damiano. L'attrazione principale di questa festa sono i canti in latino che raccontano la vita e i miracoli dei due Santi. Tante altre informazioni sono ancora reperibili sul sito ufficiale del comune: www.comune.suni.nu.it